Home News News Abusivismo estivo: ben vengano sagre e feste che rispettano le regole, ma controlli efficaci sui furbacchioni

Abusivismo estivo: ben vengano sagre e feste che rispettano le regole, ma controlli efficaci sui furbacchioni

E-mail Stampa PDF

Arriva l’estate e con essa aumentano le occasioni per riappropriarci di un po’ di tempo libero per dedicarci a ciò che ci piace e per recuperare energie fisiche e mentali. Aumentano anche le proposte di svago, di intrattenimento e di condivisione. Attività commerciali, pubblici esercizi, botteghe, ristoranti, alberghi si danno da fare per rendere i nostri centri storici e i nostri borghi accoglienti e vivi. Ne approfittano anche le iniziative organizzate da attività senza fini di lucro per raggiungere obiettivi che hanno una ricaduta positiva sull’intera collettività o per contribuire a rivitalizzare e a far conoscere borghi e zone del nostro territorio.

«Tutte attività meritevoli e utili», sottolinea Donatella Prampolini Manzini, presidente di Confcommercio – Imprese per l’Italia Reggio Emilia. «Ci sono poi, invece –continua Donatella Prampolini Manzini- i soliti furbacchioni, a volte improvvisati altre, invece, piuttosto ben strutturati e organizzati. I furbacchioni sono quelli che accampano scuse di tipo solidaristico per aggirare le regole, ma i ricavi se li tengono per i propri fini interni: false onlus, falsi circoli e feste di partito ne sono l’esempio più evidente».

«Per questo motivo –spiega Donatella Prampolini Manzini- stiamo scrivendo a tutte le amministrazioni comunali invitandole a una vigilanza stretta e laica, insieme agli altri enti a ciò preposti. Non possiamo tollerare, come cittadini, lavoratori, contribuenti e imprese, la concorrenza sleale e furbetta di chi si spaccia per qualcosa che non è al fine di frodare il fisco, aggirare le regole sul lavoro, abbassare la tutela per i consumatori».

«Ben vengano le sagre e le feste che rispettano le regole –conclude Donatella Prampolini Manzini- e, all’interno di esse, valorizziamo gli esercenti locali che si impegnano onestamente tutto l’anno con la propria attività professionale e possono dare un contributo anche in termini di qualità e know-how».