Home

Confcommercio Reggio Emilia si prepara al cambio di testimone

E-mail Stampa PDF

Lo annuncia oggi su Facebook la Presidente Donatella Prampolini Manzini:

«La fuga di notizie era inevitabile, per cui, come ho sempre fatto in questi anni, userò Facebook per parlare senza interpretazioni di altri.

Ho assunto la Presidenza di Confcommercio Reggio 9 anni fa. Assieme ad un gruppo di collaboratori e di dirigenti, ci siamo rimboccati le maniche ed abbiamo fatto in modo di superare ostacoli altissimi. Abbiamo lavorato all’organizzazione interna, ai bilanci, al ricambio generazionale. Abbiamo fatto in modo di superare la crisi e di acquistare la sede sociale. Abbiamo conquistato visibilità e credibilità sui tavoli istituzionali, abbiamo scalato i vertici confederali, assumendo via via ruoli sempre più importanti.

Capisco che in questa Italia delle poltrone incollate ai sederi, sia difficile immaginare che qualcuno lasci di sua spontanea volontà e senza che vi siano stati screzi, ma è proprio così. E mi piace essere diversa anche in questo.

Oggi la mia azienda, che compie il 24 dicembre 80 anni, fa il passo di diventare grande azienda. Per fatturato e numero di addetti sarà tra le big della provincia. Ed io, nonostante quello che pensano alcuni disinformati, sono parte fondamentale della gestione. Collegata alla mia azienda c’è Realco, di cui ho assunto la Presidenza circa 5 mesi fa. Per non parlare della Presidenza nazionale di Fida, la federazione che rappresenta aziende come la mia e della Vice Presidenza nazionale. Con essa sono arrivati gli ultimi due incarichi importantissimi, la Presidenza della commissione sindacale, che tratta uno dei più grandi CCNL che interessa oltre 3 milioni di lavoratori e l’incarico sugli enti bilaterali.

Non sono mai stata una collezionista di biglietti da visita. Io gli incarichi li assumo se so di poterli onorare. Ed è proprio in questa ottica, che nel giro di qualche mese cederò il testimone. Confcommercio Reggio merita un Presidente che possa essere presente, così come lo sono stata io in questi anni. Merita di continuare il percorso intrapreso, con energie nuove e tempo da dedicargli.

Non sparirò. Sarò sempre e comunque a disposizione di questa Famiglia, a cui ho dato tanto e che mi ha corrisposto con tantissime soddisfazioni.

Lo farò nei tempi e nei modi dovuti, ma lo farò.

Perché per migliorare le cose, bisogna anche capire quando è il momento di fare un passo di lato.»