Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA I dettaglianti italiani dell’alimentazione incontrano a Reggio i colleghi francesi

I dettaglianti italiani dell’alimentazione incontrano a Reggio i colleghi francesi

E-mail Stampa PDF

Su invito della Fida-Confcommercio, è oggi a Reggio Emilia una delegazione dell'Union Nationale des syndicats de détaillants en fruits, légumes et primeurs per conoscere da vicino il nostro sistema distributivo. Incontro in Confcommercio e visita alla sede Realco/Sigma.

Fa tappa oggi a Reggio Emilia la delegazione dell'Unfd - Union Nationale des syndicats de détaillants en fruits, légumes et primeurs, in Italia da ieri e fino al 10 marzo su invito della Fida - Federazione Italiana Dettaglianti dell'Alimentazione/Confcommercio per conoscere da vicino il nostro sistema distributivo. Ad accogliere il presidente Unfd Francis Van Der Elst e i suoi colleghi sono il presidente nazionale Fida Dino Abbascià, la vicepresidente nazionale Fida e presidente di Confcommercio Reggio Emilia Donatella Prampolini Manzini e altri di dirigenti dell'Associazione.

"La visita dei colleghi francesi – spiega Donatella Prampolini Manzini - fa seguito al protocollo d'intesa firmato a Parigi il 17 novembre 2008 dalle nostre due organizzazioni, che hanno così inteso avviare una collaborazione finalizzata a un reciproco arricchimento sia in termini di esperienza sul campo che in termini di conoscenza dei prodotti e dei servizi offerti ai consumatori, salvaguardando, al tempo stesso, la qualità, la competenza e la professionalità del commercio di vicinato".

Il programma di oggi prevede un workshop in Confcommercio e la visita alla sede di Realco (gruppo Sigma), per conoscere l'organizzazione delle Centrali d'acquisto, e ad alcuni negozi di vicinato della città i quali, a dispetto delle statistiche che evidenziano un'avanzata inarrestabile della grande distribuzione organizzata, stanno tornando di moda, anche in Francia, soprattutto nelle città di medio-grandi dimensioni. Colpa della congiuntura economica negativa, che spinge le famiglie a spendere solo piccole cifre ogni volta, oltre che di una popolazione sempre più anziana, con mobilità ridotta e quindi impossibilitata a raggiungere con una certa frequenza le grandi strutture di vendita, generalmente situate in periferia.

Domani, presso la Camera di Commercio di Milano, Donatella Prampolini Manzini sarà tra i coordinatori di una tavola rotonda sul tema "Le strategie e le visioni dei distributori tra recessione, sviluppo, nuove sensibilità e domande dei consumatori" e quindi ospite di un dibattito con giornalisti di testate nazionali e specializzate su prodotti alimentari, vini e bevande candidati a divenire i nuovi beniamini di consumatori e trader.