Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Confcommercio e sicurezza: videosorveglianza e convenzioni per proteggere negozi e pubblici esercizi

Confcommercio e sicurezza: videosorveglianza e convenzioni per proteggere negozi e pubblici esercizi

E-mail Stampa PDF

“La sicurezza delle attività di commerciali è un tema che necessita di riflessioni e, soprattutto, di soluzioni. Proprio per questo Confcommercio ha realizzato alcuni importanti progetti per aiutare negozi e pubblici esercizi a mettersi in sicurezza con investimenti accessibili”. Donatella Prampolini Manzini, presidente di Confcommercio Reggio Emilia affronta un tema caldo evidenziando quali strumenti siano utilizzabili fin d’ora dalle imprese interessate.

“Il 22 aprile scorso –continua Donatella Prampolini Manzini- Confcommercio ha firmato un protocollo con la Prefettura di Reggio Emilia che consente ai punti vendita di collegarsi tramite telecamere a un nuovo e innovativo sistema di videosorveglianza che, grazie al collegamento ai circuiti di telecamere di Carabinieri, Polizia e Comuni, consente di ricostruire anche i movimenti degli autori sul territorio prima e dopo l’evento criminoso”.

“Il sistema sarà disponibile già dal primo ottobre, dopo il test di omologazione con gli organi di sorveglianza che avverrà a fine settembre”, aggiunge Pier Paolo Occhiali, direttore di Confcommercio Reggio Emilia, che prosegue: “Sulla scia del protocollo del 22 aprile, inoltre, Confcommercio ha attivato una serie di convenzioni con Corpo Guardie Giurate, Marco Bonacini, Coop Service e Progetto Sicurezza grazie alle quali, oltre alle videocamere, è possibile attivare altri sistemi di vigilanza: tali convenzioni sono già operative da mesi e tutti gli interessati vi possono già accedere. Infine siamo in contatto con la Camera di commercio per verificarne la disponibilità a dare un contributo per l’acquisto di attrezzature per la sicurezza”.

“Ci siamo mossi –conclude la Presidente di Confcommercio Reggio Emilia- per offrire ai commercianti e ai pubblici esercizi delle soluzioni che siano non soltanto efficaci, ma anche attivabili a partire da investimenti comunque limitati, nell’ordine dei mille-millecinquecento euro”.