Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Coin/Mercato Coperto: Confcommercio chiarisce la propria posizione

Coin/Mercato Coperto: Confcommercio chiarisce la propria posizione

E-mail Stampa PDF

Negli ultimi giorni, sulla questione Coin/Mercato Coperto, si è creato molto interesse ma anche molta confusione, assemblando varie prese di posizione, quasi a voler promuovere un estemporaneo referendum “Coin SÌ / Coin NO”. Ebbene, riteniamo doveroso chiarire fino in fondo la nostra posizione, ovviamente più articolata, rispetto a qualsiasi tentativo di schematizzazione o semplificazione.

Confcommercio è stata tra i sostenitori della norma che autorizza l’ingresso delle medio - grandi superfici di vendita in Centro Storico, ritenendo strategico importare poli di attrazione nell’“Esagono”, anziché fuori. La premessa è doverosa, in quanto utile a smentire l’assunto, un po’ banalotto, secondo il quale le Associazioni del commercio sarebbero arroccate su posizioni anticoncorrenziali. Questo atteggiamento non ci appartiene e i nostri operatori da tempo combattono con la concorrenza cercando di mettere in campo professionalità e competenza, come armi vincenti.

Detto questo, manifestiamo le nostre perplessità sull’utilizzo del Mercato Coperto, per una serie di questioni di non poca rilevanza. Prima di tutto, chiariamo che riguardo al possibile Brand, cioè Coin, non abbiamo un atteggiamento negativo, e da subito abbiamo sostenuto che, se sbarcherà a Reggio Emilia, sarà meglio che lo faccia in Centro. Sappiamo perfettamente che Coin è una società solida e qualificata, non avendo in nessun caso criticato il gruppo, ma avendo invece esternato perplessità sulla location. Reggio ha molti contenitori vuoti che sarebbero adatti all’apertura di uno store. Viceversa il Mercato Coperto è il cuore di Reggio e secondo il nostro parere dovrebbe continuare a rappresentare le eccellenze reggiane. Il modello “Eataly”, in un ambiente ristrutturato, in grado di ospitare i reggiani anche nei mesi invernali poteva essere quell’offerta commerciale davvero innovativa. Siccome, però, i giochi sembrano già fatti, proprio perché la nostra Associazione ricerca sempre il bene dei propri associati, abbiamo contattato l’Amministratore delegato di Coin, il Dott. Stefano Beraldo, ricevendo rassicurazioni circa il fatto che anche per il loro gruppo, la sinergia con il territorio e con gli operatori è fondamentale, per cui sarà la stessa Confcommercio che si metterà a disposizione di chi volesse investire in questo progetto, per garantire un’assistenza a 360°.

Ciò che proprio non va, invece, è ancora una volta l’atteggiamento dell’Amministrazione Comunale nei confronti delle associazioni. Leggiamo che “i privati potevano farsi avanti”, quasi volendo scaricare sulla nostra mancata proattività la responsabilità del non coinvolgimento. Questo, mi spiace, ma è un attacco che non accettiamo. In questi 18 mesi, siamo sempre stati presenti ed attivi sulle proposte delle Amministrazioni. Ci siamo fatti promotori di attività condivise, valutando ogni proposta, senza preconcetti o ideologie politiche. A volte, poche, c’è stato disaccordo, ma nella maggior parte dei casi dai tavoli sono uscite scelte condivise. Proprio perché il rapporto è stato così intenso, ci si chiede perché anziché affrontare solo gli argomenti “soft”, non siano messi sul tavolo anche i progetti speciali. Lo abbiamo chiesto più volte, sempre inascoltati. E ora proprio a noi, costretti a ricorrere ai rumors di corridoio per ottenere qualche indizio di progettualità su Mercato Coperto & C., si contesta pure la mancanza di idee e di soluzioni? Come difesa, ci pare un po’ debole.

In ogni caso, per il bene di Reggio, dei nostri Associati e del Centro Storico, ancora una volta ribadiamo la nostra disponibilità a rivedere l’agenda dei lavori con il Comune di Reggio Emilia, con una premessa però. Va ricostruito il rapporto tra Amministrazione e sistema di rappresentanza del commercio - perchè, in tutta franchezza, i Plenum modello “Agenda 21” ci hanno proprio stufato - e si deve cominciare a parlare di cosa vogliamo diventare da grandi.

Donatella Prampolini Manzini
(Presidente Confcommercio Reggio Emilia)