Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Abusivismo: Confcommercio rilancia con gli stati generali - Prampolini Manzini: “Un problema grave e sottovalutato”

Abusivismo: Confcommercio rilancia con gli stati generali - Prampolini Manzini: “Un problema grave e sottovalutato”

E-mail Stampa PDF

Il nostro appello sull’abusivismo commerciale ai Sindaci reggiani ha trovato una vasta eco a livello nazionale”, dice Donatella Prampolini Manzini, presidente di Confcommercio Reggio Emilia: “diverse Ascom provinciali e federazioni di categoria di Confcommercio mi chiamano per intervenire presso di loro a illustrare la questione. Peccato che dai Sindaci reggiani, con l’eccezione del solo Comune capoluogo, tanta attenzione non ci sia stata: la nostra disponibilità a incontrarsi per discutere possibili strategie e sinergie per affrontare il problema non ha trovato altri riscontri”.

“Più solerti –aggiunge la presidente Prampolini Manzini- sono state le associazioni dei consumatori che ci hanno subito manifestato il loro interesse verso qualsiasi nostra iniziativa sull’argomento”.

“Ora –continua Donatella Prampolini- Confcommercio Reggio Emilia sta preparando un ulteriore strumento che metterà a disposizione delle Istituzioni: un sondaggio tra i nostri associati sui casi più clamorosi di abusivismo nei diversi settori. Non solo: abbiamo intenzione di organizzare a Reggio Emilia, all’inizio del nuovo anno, un forum o, meglio, gli stati generali sull’abusivismo”.

“Lo ribadiamo per l’ennesima volta”, conclude la presidente provinciale di Confcommercio: “l’abusivismo non è un problema del commercio, è un problema della collettività. Si tratta, oramai, di una struttura parallela, organizzata, spesso strettamente connessa a fenomeni criminali, con forti ripercussioni sull’ordine pubblico, sulla tutela dei consumatori, sull’erario e, solo in ultima istanza, sul commercio sano. Con una ulteriore conseguenza, però: laddove l’abusivismo porta, e vi posso assicurare che ciò accade, e anche da noi, alla chiusura di attività regolari, è un pezzo di società che passa nell’illegalità: lavoro nero, prodotti non a norma, contributi non versati, evasione totale del fisco ne sono soltanto alcuni aspetti”.