Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Neve e maltempo, commercio e turismo in affanno: occorrono azioni concrete per fronteggiare lo stato di emergenza

Neve e maltempo, commercio e turismo in affanno: occorrono azioni concrete per fronteggiare lo stato di emergenza

E-mail Stampa PDF

Confcommercio e Confesercenti, tramite le proprie rappresentanze regionali, chiedono alla Regione e agli Istituti di Credito azioni concrete per fronteggiare lo stato di emergenza causato dal gravissimo maltempo che ha colpito il territorio.

La richiesta è contenuta in una lettera inviata dalle due Associazioni al Governatore Errani affinchè intervenga presso le Amministrazioni Centrali competenti per ottenere il differimento di imposte e contributi.

“La grande emergenza causata dalla neve e dal gelo di questi giorni sta mettendo in ginocchio una buona parte delle imprese commerciali e turistiche dell’Emilia Romagna -afferma Ermes Anigoni, Presidente di Confesercenti Reggio Emilia- già molto provate dalla fase di perdurante crisi economica e dei consumi e che hanno subito danni diretti e indiretti. Gli operatori sono fortemente impegnati a garantire, per quanto possibile, i relativi servizi ma occorrono misure di sostegno immediate, almeno in termini di slittamento nel pagamento di imposte e contributi, di revisione degli studi  di settore e  di aiuto diretto per coloro che hanno subito danni.”

“Confidiamo che i danni causati dal maltempo di questi giorni -aggiunge il Presidente provinciale di Confcommercio Reggio Emilia Donatella Prampolini Manzini– possano trovare risposta anche sul fronte dell’accesso al credito. Per questo stiamo chiedendo, insieme al consorzio Cofiter, un incontro urgente con ABI e con gli Istituti di Credito regionali per ottenere una dilazione nel pagamento dei mutui e dei finanziamenti in scadenza per le imprese di settore e fare così fronte alla crisi di liquidità attuale del comparto”.