Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Reggiolo: le proposte di Confcommercio per il rilancio del comune terremotato

Reggiolo: le proposte di Confcommercio per il rilancio del comune terremotato

E-mail Stampa PDF

Assemblea dei commercianti, ieri a Reggiolo: presente il vicesindaco Franco Albinelli, Confcommercio ha presentato le proposte per ricostruire la funzione commerciale e di servizio del comune terremotato.

Ieri pomeriggio, giovedì 21 marzo, presso la tensostruttura in Piazza Martiri a Reggiolo, si è tenuta un’assemblea organizzata dalla Delegazione Confcommercio di Guastalla, competente per l’area interessata, per tutti i commercianti e le attività di servizio del comune terremotato. Era presente anche l’Amministrazione Comunale col vicesindaco Franco Albinelli.

«Già nei giorni scorsi –spiega la responsabile della Delegazione Confcommercio di zona Anna Simonazzi- abbiamo formalizzato al Sindaco di Reggiolo le nostre proposte per il supporto e la valorizzazione del centro storico di Reggiolo».

«Le attività del centro storico di Reggiolo –continua Anna Simonazzi- devono affrontare due criticità: l’area commerciale naturale che per diverso tempo è stata inaccessibile ha costretto i clienti a rivolgersi ad altri contesti, e il fatto che non tutti i residenti siano rientrati nella propria abitazione provocando un calo nella dimensione del mercato potenziale».

«La nostra proposta –dice Lorena Prandi, presidente della Delegazione Confcommercio di zona- ha lo scopo di assistere gli operatori del commercio locale nella realizzazione di azioni e eventi finalizzati a riportare gente a frequentare il centro e le attività commerciali, artigianali e pubblici esercizi in esso presenti.»

«Per raggiungere questo obiettivo –prosegue Lorena Prandi- è necessario intervenire su più fronti: accoglienza, sostegno economico, comunicazione. Nello specifico, le nostre proposte riguardano il layout delle vetrine vuote e dei cantieri, la comunicazione, il sostegno per gli affitti e le opere di ripristino degli ambienti, e l’azzeramento dei tributi locali.»

«Inoltre, sul piano organizzativo –aggiunge la responsabile Anna Simonazzi- la nostra Delegazione ha messo a disposizione un’unità di crisi costituita da un gruppo di esperti per le imprese che hanno la necessità di affrontare situazioni che riguardano i provvedimenti provinciali e regionali inerenti il terremoto, e tutte le problematiche del settore dal credito, agli aspetti legali e commerciali.»

«L’Amministrazione comunale –conclude Lorena Prandi- ha condiviso la necessità di intervenire su questi punti ed ha assicurato il proprio impegno per verificare la fattibilità delle nostre proposte».

Download:

Le proposte di Confcommercio per ricostruire la funzione commerciale e di servizio del centro storico di Reggiolo