Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Su Facebook nasce ViveRE di Federmoda Reggio Emilia

Su Facebook nasce ViveRE di Federmoda Reggio Emilia

E-mail Stampa PDF

Federmoda-Confcommercio lancia “ViveRE”: su Facebook tutte le iniziative di animazione commerciale dei nostri centri storici.

Federmoda Reggio Emilia, l’Associazione Commercianti moda di Confcommercio, ha creato ViveRE (www.facebook.com/vivere.federmodareggioemilia) il profilo Facebook dove vengono pubblicate tutte le iniziative di animazione e incentivazione commerciale di Reggio Emilia e provincia che rendono lo shopping nei nostri centri storici ancora più piacevole.

«ViveRE –spiega il presidente di Federmoda Reggio Emilia Luca Tamagnini- nasce dalla volontà del Consiglio costituito lo scorso aprile di creare una pagina internet dove potessero essere pubblicati tutti gli eventi che hanno luogo nei nostri bellissimi centri storici. La scelta è caduta su Facebook, il social network oggi più diffuso che, pertanto, rappresenta un’ottima opportunità per sapere cosa fare la sera, in un semplice clic.»

«In un momento così duro e difficile –continua Luca Tamagnini- vogliamo tutelare il vero volano dell’economia italiana: la piccola e media impresa, tanto colpita e poco difesa da questo Stato che tanto toglie ma troppo poco o nulla dà. Gli imprenditori devono ritrovare la forza di alzare la testa, fare squadra e non arrendersi alle insidie di una situazione economica mai vista prima. La concorrenza dei grossi centri commerciali, troppo forti da contrastare singolarmente, la scarsa tutela del made in Italy, la chiusura dei centri storici, sono solo alcuni problemi che dobbiamo risolvere insieme.»

«Valorizzando il commercio nei centri storici –conclude Luca Tamagnini- che sono il cuore pulsante delle nostre comunità, vogliamo ricreare le condizioni per una giusta concorrenza tra piccolo imprenditore e grande distribuzione, tra centri commerciali, outlet e centri storici. ViveRE nasce così: se l'idea vi piace, aggiungete negli amici Vivere Federmoda Reggio Emilia, segnalateci gli eventi dei vostri centri storici e… buon divertimento!»