Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Nuove opportunità per arricchire l'offerta del territorio

Nuove opportunità per arricchire l'offerta del territorio

E-mail Stampa PDF

Castelnovo ne' Monti 27 giugno 2014 - ore 15.30 albergo Tre Re. La valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale dei parchi al centro del seminario "Nuove opportunità per arricchire l'offerta del territorio"

A Castelnovo ne’ Monti, nel cuore del parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, si terrà l’incontro dedicato al patrimonio ambientale promosso dal CAT-Centro Assistenza Tecnica Confcommercio Emilia Romagna per presentare e illustrare i progetti di valorizzazione del territorio finanziati dalla Regione Emilia Romagna attraverso le risorse dei Fondi Strutturali 2007-2013.

Venerdì 27 giugno 2014, presso l’albergo Tre Re – Via Roma 17, a Castelnovo ne’ Monti, Reggio Emilia – si terrà a partire dalle ore 15.30 il seminario “NUOVE OPPORTUNITÀ PER ARRICCHIRE L’OFFERTA DEL TERRITORIO”, dedicato alla promozione dei progetti di valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale legati ai Parchi Nazionali e Regionali e realizzati coi finanziamenti regionali dell’Asse IV del POR FESR (Programma operativo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2007-2013.

L’evento si inserisce in un ciclo di seminari promossi e organizzati da CAT-Centro Assistenza Tecnica Confcommercio Emilia Romagna in collaborazione con le sedi Confcommercio del territorio, su iniziativa della Regione Emilia Romagna, per presentare i progetti avviati e realizzati con il finanziamento dei Fondi Europei della precedente programmazione, con l’obiettivo di far conoscere gli interventi di riqualificazione attuati e avviare un percorso di condivisione del patrimonio del territorio, favorendo lo sviluppo di nuove opportunità di offerta turistica.

“In questi anni il sistema dei Parchi della nostra Regione – dichiara Alessandro Grande, Direttore di Confcommercio Reggio Emilia – si sta sempre più affermando come un significativo elemento di attrattività per gli amanti della vacanza attiva e del turismo naturalistico-culturale, sia sul mercato nazionale sia rispetto alla domanda estera. E’ necessario continuare a investire in questa direzione, anche promuovendo forme di turismo sostenibile che possano valorizzare al meglio l’intero sistema regionale delle aree protette, dando continuità agli interventi già intrapresi per rendere competitiva la nostra offerta soprattutto sui mercati esteri”.

I nuovi spazi recuperati per migliorare i servizi di accoglienza e informazione e i nuovi percorsi pensati per una sempre più efficace fruizione delle aree naturalistiche nel rispetto dei luoghi (come, ad esempio, i Percorsi naturalistici della Valle del Fiume Trebbia, Le porte del Parco, Valorizzazione dei castelli e degli edifici storici delle Terre di Canossa, Le piccole capitali del Po) rappresentano un arricchimento del patrimonio culturale e ambientale del territorio, e contribuiscono ad esprimerne ulteriormente l’unicità.

“Il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano – conclude Alessandro Grande – rappresenta un punto di forza di questo territorio, su cui occorre maturare una consapevolezza nuova, anche come Associazione. E’ infatti indispensabile un’attenta valutazione delle esigenze che esprime il mercato per rendere il più efficace possibile l’impiego delle risorse e finalizzarle su progetti realmente rispondenti agli obiettivi di qualificazione e promozione del territorio”.

Non esitate a contattare la Segreteria organizzativa per qualsiasi ulteriore dettaglio di cui aveste necessità: tel. 051 4156060 - mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .