Home News CONFCOMMERCIO REGGIO EMILIA Confcommercio trasloca in Viale Timavo

Confcommercio trasloca in Viale Timavo

E-mail Stampa PDF

Lunedì 15 dicembre è iniziato il trasloco di Confcommercio Reggio Emilia nella nuova sede in Viale Timavo 43.

«Le operazioni –dice Alessandro Grande, direttore provinciale Confcommercio – Imprese per l’Italia Reggio Emilia- dureranno per una decina di giorni durante i quali saranno comunque assicurati i servizi minimi per situazioni di particolare urgenza, mentre ci dispiace se ci sarà qualche disagio per le questioni ordinarie».

«Abbiamo preso la difficile decisione di lasciare la sede di Via Giglioli Valle –spiega Donatella Prampolini Manzini, presidente di Confcommercio Reggio Emilia- perfezionando un’ottima operazione immobiliare, che ci permetterà di risparmiare risorse da riversare su nuovi servizi e vantaggi per gli associati. Inoltre, finalmente, l’associazione diventerà proprietaria di un immobile proprio, un patrimonio che verrà consegnato alle generazioni future di commercianti».

La palazzina che ospiterà la nuova sede Confcommercio si trova sulla destra percorrendo l’onda verde della circonvallazione di Reggio Emilia, 100 metri dopo l’incrocio con Via Guasco (Palazzetto dello Sport) e Via Gorizia (Esselunga). E’ servita da diversi parcheggi: i controviali della circonvallazione, il parcheggio coperto di Esselunga e, poco distante, il parcheggio scambiatore di Via Cecati.

Nella nuova sede saranno ospitati tutti gli uffici di Confcommercio e delle società di servizi collegate: Confcommercio (Sindacati di Categoria; Assistenza Generale; Ufficio Credito; Ufficio Soci; Amministrazione); Ascom Servizi (Consulenza fiscale e contabile; Consulenza societaria; Contenzioso tributario); Patronato Enasco, 50&Più, Caaf 50&Più; CSC (rapporti di lavoro e paghe); Iscom (corsi e formazione).

«Come dicevo –conclude Donatella Prampolini Manzini- è stata una scelta difficile da fare, ma devo dire che l’unità riscontrata nella Giunta e nell’Assemblea ci hanno dato la forza di fare questo passo. Eravamo e siamo certi di aver fatto la cosa giusta, per gli oltre quattromila associati reggiani e per il futuro delle oltre centocinquanta persone che lavorano in Confcommercio Reggio Emilia e nelle società collegate».